Guida al nord della Sardegna

La Sardegna del Nord non è soltanto la Costa Smeralda ma comprende alcune zone con una grande varietà dal punto di vista della natura, dei paesaggi e dell’arte. Anche in questa zona dell’isola si trovano spiagge bellissime, alcune ancora incontaminate, e calette da esplorare. Scopriamo insieme cosa vedere in un tour nella Sardegna del Nord, mixando insieme cultura e natura.

Arzachena

Il tour per scoprire le bellezze della Sardegna del Nord parte dall’entroterra gallurese e precisamente da Arzachena, un comune con una grande estensione territoriale con i suoi 80 chilometri di costa, e del quale fa parte anche la notissima Costa Smeralda. Oltre ad effettuare un giro tra spiagge, baie e calette, ad Arzachena si può ammirare il centro storico ed i suoi dintorni scoprendo una lunga serie di bellezze. Nel centro storico spiccano il Palazzo del Municipio, la Chiesa di Santa Maria Maggiore e il Museo Etnografico e Paleontologico, nel quale sono conservati fossili e minerali.

Ad Arzachena si trovano anche le caratteristiche abitazioni in granito colorato, e importanti siti archeologici come il Complesso Nuragico di Malchittu, la Necropoli di Li Muri, all’interno della quale si trova la Tomba dei Giganti, e il nuraghe La Presgiona. Per gli amanti dello shopping sono presenti molte botteghe artigiane e per gli appassionati del cibo, molte opportunità di assaggiare i piatti tipici bevendo un buon Vermentino DOCG.

L’arcipelago de La Maddalena

Una visita della costa nord-settentrionale dell’isola deve comprendere assolutamente anche l’Arcipelago de La Maddalena, che oltre alle 7 isole maggiori è costituito da più di 60 isolotti e scogli, Si trova di fronte alla Costa Smeralda e nelle sue isole si trova un vasto patrimonio naturale, sia per quanto riguarda la flora che la fauna, tra le quali il più grande “bivalve” presente nel Mare Mediterraneo, la “Pinna Nobilis”. Quello de La Maddalena è un arcipelago bellissimo e permette di ammirare la famosissima Spiaggia Rosa che si trova nell’isola di Budelli e che è conosciuta non soltanto per il suo mare limpidissimo, ma soprattutto per il colore rosa della sabbia. Altre spiagge dell’arcipelago che sono molto frequentate dalle famiglie sono Testa del Polpo e Cala Spalmatore. L’arcipelago dal 1994 è un Parco Nazionale.

La spiaggia di Budoni

Situata tra la Gallura e la Bassa Baronia, Budoni è una delle località più interessanti della costa orientale dell’isola. Con i suoi 16 chilometri di costa caratterizzati da un patrimonio naturale unico, Budoni offre ai visitatori spiagge con sabbia finissima e mare cristallino, oltre ad una vegetazione composta da giunchi e tamerici. Oltre alle bellezze naturali Budoni è frequentata anche per le sue attrazioni culturali tra i quali spicca il Nuraghe di Su Entosu, che faceva parte di un complesso difensivo e dal quale si può ammirare uno splendido panorama nel quale è compresa anche l’isola di Tavolara. Anche il centro storico della cittadina, con al centro la Chiesa di san Giovanni Battista, riserva molte sorprese con la presenza di botteghe artigianali nelle quali è possibile effettuare uno shopping di prodotti tipici sia come stoffe che come gioielli.

Posada

Scendendo in provincia di Nuoro, si trova la località di Posada, una delle più importanti della zona della Baronia e uno dei comuni più antichi dell’isola. La cittadina è sorta, in epoca medievale, sui resti di Feronia, una antica città punica, e conserva ancora oggi la sua struttura oltre ad altre bellezze architettoniche come la Chiesa di sant’Antonio Abate e il castello della Fava, entrambi risalenti al XIII esimo secolo. Anche Posada ha un grande patrimonio dal punto di vista naturalistico e spiagge incantevoli come San Giovanni di Posada e Su Tiriarzu. Molto interessante anche una visita al vicino Parco di Tepilora, ed ai laghi Lungu e Tundu.

Lascia un commento