Cosa sono i dispositivi DPI da utilizzare al lavoro?

I DPI o i suddetti dispositivi di protezione individuale, sono delle determinate attrezzature e strumentazioni che vanno a ridurre il rischio di subire infortuni sul lavoro. Questi variano a seconda del grado di rischio che si può subire durante l’attività lavorativa, andando ad applicare in se stessi delle specifiche caratteristiche.
L’utilizzo di queste attrezzature è d’obbligo in tutte le circostanze in cui ci siano fattori di rischio.

Cosa sono questi dispositivi
A livello di normativa questi sono identificati in tutte le tipologie di attrezzature, che possono essere indossate dal lavoratore, così da proteggerlo da uno o differenti rischi sulla sua sicurezza o per la salute. Oltre a ciò essi devono essere adeguati alla prevenzione del rischio, alle condizioni di lavoro, alle esigenze del lavoratore e della sua salute, essendo anche facili da indossare e dimostrandosi anche compatibili con altre tipologie di attrezzature, qualora i rischi siano molteplici.

In quali categorie si suddividono
Questi si presentano in tre differenti categorie, in base al grado di rischio in cui devono essere applicati.
Quelli di prima categoria rappresentano quelli da indossare in condizioni di rischio minimo e che possono provocare danni lievi e vengono autocertificati da chi li produce.

I dispositivi di seconda categoria rappresentano il rischio medio e per questi è necessario un attestato di certificazione, che venga redatto da un organismo autorizzato al controllo.

Quelli che rappresentano la terza categoria sono i dispositivi che proteggono chi lavora, da danni gravi o permanenti, addirittura arrivando al rischio di compromettere la propria vita. Per l’utilizzo di tali strumenti è previsto un addestramento di tipologia specifica e obbligatoria, così da poterli utilizzare adeguatamente. Alcuni strumenti che rientrano in questa categoria sono imbragature, autorespiratori, guanti ignifughi ed altri, che riguardano protezioni respiratore, ambienti molto caldi o molto freddi, aggressioni chimiche o rischio elettrico.

I dispositivi di protezione individuale vengono di solito anche suddivisi in base alla tipologia di protezione che riescono ad offrire, come ad esempio possono essere quelli degli arti superiori, arti inferiori, del capo, della visibilità, delle cadute dall’alto ecc.

Obblighi del datore di lavoro
Per quanto riguarda l’utilizzo di questi dispositivi il datore di lavoro a diverse tipologie di obblighi, come ad esempio quella importante, di dover scegliere i dispositivi che dovranno essere adottati dai propri dipendenti in base alla valutazione dei rischi.
Qusto deve determinare tutte le varie situazioni in cui questi debbano essere utilizzati, in base al tipo di rischio, alla frequenza di esposizione allo stesso, alle prestazioni e a tanti altri fattori.
Dovrà fornire anche dei dispositivi che siano conformi ai requisiti previsti, con annesse anche le eventuali certificazioni, assicurandone l’efficienza e l’igiene e prestando particolare attenzione alla loro manutenzione e alla riparazione, nonchè alle sostituzioni.
Questi dovranno essere forniti a tutti i dipendenti dell’azienda che ne necessitano e informarli sul loro utilizzo e su quali rischi incorrono, qualora questi non vengano utilizzati, fornendo anche formazione su come applicarli al meglio. L’addestramento risulta essere particolarmente importante, qualora si utilizzano dei dispositivi di terza categoria, quindi a rischio massimo.

I DPI sono quindi degli strumenti essenziali per riuscire a salvaguardare la salute e la sicurezza e molto spesso anche la vita delle persone, che lavorano in diversi campi pericolosi.
E’ bene dunque andare a scegliere, quelli che si applicano alla tipologia di lavoro e che possano quindi preservare la salute del lavoratore, proteggendolo dai rischi connessi alla tipologia di lavorazione.
Una scelta che non può essere fatta in maniera superficiale ma che necessita di attento controllo da parte del datore di lavoro o degli enti preposti, così che si possano fare tutte le dovute verifiche del caso e riuscire ad avere dei DPI adeguati alle circostanze, certificati e che possano sopperire in maniera piena, a qualsiasi inconveniente possa verificarsi all’interno del luogo di lavoro, così da garantirne sempre e comunque, il massimo della sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *