Come aumentare l’idratazione cutanea

É bene sapere che la pelle è il rivestimento più esterno del corpo di tutti i vertebrati ed, in particolar modo, nell’essere umano è l’organo più esteso dell’apparato tegumentario che svolge le funzioni non solo di rivestimento ma di termoregolazione e secrezione, riuscendo ad attuare tutte le attività sensoriali e proteggere l’intero organismo dall’eccessiva perdita di acqua e dalle sostanze esogene.

Importanza della pelle nel mantenimento della salute dell’essere umano

Si può ben dire che la cute riveste un ruolo molto importante nel mantenimento della salute dell’essere umano e per tale ragione la si deve sempre mantenere in perfetto stato, detergendola ed idratandola correttamente in modo che la stessa possa raggiungere il suo completo benessere.

É certo che bisogna sempre cercare di avere una cute omogenea, ben distesa, lucente e densa sia per poter essere esteticamente più belli che per poter dare un magnifico supporto al proprio corpo e stare, di conseguenza in perfetta salute.

Attraverso la pelle si capisce se si sta bene o meno e non si sta parlando solo del proprio aspetto ma della propria condizione fisica e per poter conoscere e comprendere perfettamente i fattori più importanti che portano ad avere un corretto stato di idratazione è doveroso descrivere, seppur in maniera semplice e breve, la struttura cutanea complessa. 

Questo perchè, solitamente quando si parla di pelle si pensa che questa sia un esteso tessuto che, coprendo il corpo, lo riveste, mentre in realtà è un vero e proprio organo, complesso e ricco, in grado di svolgere funzioni varie.

La pelle, in effetti non è solo quel che esternamente si vede, ma rappresenta una conformazione particolarmente complessa che, sviluppandosi pure in profondità, arriva perfino a raggiungere, in alcune parti del corpo, anche lo spessore di 4 mm.

Com’è formata la pelle?

A tal proposito si può ben affermare che la cute è formata da tre diversi strati che sono: l’epidermide che, essendo lo strato più esterno della pelle, costituisce l’involucro superficiale che protegge il corpo, il derma e l’ipoderma che si trovano rispettivamente ad un livello intermedio e in quello più profondo.

Com’è ben noto a tutti la cute è un’eccellente barriera che impedisce il passaggio di sostanze dannose per l’organismo, tanto da poterla considerare come se fosse un ostacolo naturale fortemente impermeabile.

Ma è pure vero che spesso sulla pelle si passano, per mantenersi belli o a scopo terapeutico, delle creme cosmetiche o dei farmaci che svolgono effetti specifici sull’intero organismo per curare malattie o alleviare dolori, a seconda dei casi o meglio delle patologie che si hanno, al punto da poter definire la cute non come si è scritto precedentemente ma come barriera semi-impermeabile, tenendo conto che le vie attraverso le quali può essere superata sono le strutture annessiali, gli spazi intercellulari e le stesse cellule.

Importanza del contenuto idrico nella pelle

Per tali e tanti altri motivi il suo contenuto idrico è particolarmente importante, valutando pure un punto di vista patologico che riguarda le malattie cutanee e il marker di desquamazioni.

Come aumentare l’idratazione cutanea?

É certo che l’alimentazione influisce in maniera attiva sullo stato di idratazione sistematica e cutanea e a tal proposito, prima di delineare gli alimenti che più si addicono al caso che si sta argomentando è doveroso consigliare di bere, quotidianamente almeno 2 litri di acqua al giorno.

Dopo aver fatto questa dovuta puntualizzazione, per ottimizzare l’idratazione cutanea, in più si suggerisce:

  • di mangiare giornalmente molta frutta e verdura, per poter apportare al proprio organismo molti sali minerali, come ad esempio il potassio e le preziose vitamine, quali la A, C ed E utili per proteggere la matrice extracellulare dai danni provocati dalle specie reattive dell’ossigeno e regolare il bilancio idrico;
  • di consumare proteine vegetali per mantenere attiva la sintesi di collagene, grazie all’intervento dei fibroblasti e non quelle animali che, soprattutto se cucinate ad alta temperatura, procurano un prematuro invecchiamento della matrice extracellulare;
  • di assumere una corretta dose di acidi grassi polinsaturi per proteggere la perfezione del film lipidico cutaneo e delle membrane cellulari.

Per migliorare l’idratazione cutanea, oltre al tutto scritto, bisogna usare prodotti cosmetici che aiutano a dare alla pelle un bell’aspetto e uno straordinario benessere fisico.

Non si deve mai dimenticare che la detersione della cute fatta correttamente è molto importante per quel che oggi si sta argomentando.

Difatti, il corpo e soprattutto il viso devono essere lavati non spesso e con prodotti specifici, in base al proprio tipo di pelle e possibilmente mai aggressivi per evitare di danneggiare quel che invece si vuole migliorare per apparire più belli e raggiungere un ottimo stato della propria salute.

Bisogna scegliere prodotti che agiscono non solo in superficie ma nei vari strati sottostanti e per questa ragione si consiglia non solo di usare i classici reidratanti ed emollienti ma articoli il cui principio attivo è capace di agire in profondità, cambiando o promuovendo la normale biologia della pelle, come gli antiaging che servono non solo per eliminare o tanto meno rallentare l’invecchiamento ma per salvaguardare il corretto stato di idratazione della cute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *